Utilizziamo i cookies per migliorare l'usabilità del sito. Continuando nella navigazione del sito accetti l'uso dei cookies.

  • Farmaci di libera vendita (OTC/SOP)

  • Medicinali Omeopatici

  • Tisane Personalizzate

  • Farmacia Veterinaria

  • Professionalità & Accoglienza

Copyright 2017 - Custom text here

Già l'antico popolo Assiro usava il succo di Sibaru (identificato a fine ottocento da un gruppo di esperti archeologi come l'attuale pianta di Aloe ) per togliere i fastidiosi sintomi legati all'ingestione di cibi avariati e per lenire irritazioni cutanee. Si sono trovate prove di un uso quasi abituale di questa pianta nella cultura Egizia, in quella dell'antica Roma e persino nella cultura Maya.

Delle circa 250 specie di Aloe esistenti in giro per il pianeta, quelle dotate di principi attivi utili si contano su una mano e fa queste la più nota, usata ed efficace è l'Aloe Vera Miller o Aloe Barbadensis. Da non trascurare però l'Aloe Arborescens, le cui proprietà terapeutiche risultano essere superiori di quelle della sorella maggiore ma la resa per foglia e il lavoro manuale necessario per ottenerne il succo ne ha reso improponibile il suo ingresso sul mercato di massa per il suo elevato costo e il suo impiego è giustificato solo in particolari casi.

Veniamo alle sostanze biologicamente attive contenute nel succo di Aloe:

  • Aloina : è un glucoside antrachinonico che dà  il colore giallo-marrone e un gusto     particolarmente amaro al succo; è il principale responsabile degli effetti lassativi per cui spesso nei succhi commercializzati viene tolta almeno in parte.
  • Vitamine ; A, C, E e B1 B2 B3 B6 B12
  • Minerali : principalmente Calcio, Magnesio, Manganese, Potassio, Rame, Zinco e Selenio
  • Amminoacidi: seppur non in quantità elevate sono presenti quasi tutti gli amminoacidi essenziali per l'uomo.
  • Enzimi: molti di quelli utili per una corretta digestione quali carossipeptidasi, ossidasi, catalasi ma anche lipasi, ailasi e proteasi.
  • Polisaccaridi : sostanze polimeriche principali responsabili dell'attività del succo di aloe in particolare dell'effetto protettivo sulle mucose. La loro concentrazione viene utilizata come termine di paragone tra le varie preparazioni.

Non stupisce quindi che data la presenza di tutte queste sostanze al suo interno, questa pianta abbia ormai da millenni un ruolo principe nel panorama fitoterapico e gli siano state attribuite a buon ragione, eccellenti proprietà depurative e disintossicanti, lenitive e stimolanti le funzioni digestive e intestinali.

 

 

 

Search

f t g